GeicoTaikisha - ufficio Advance

Caso reale di MicroStation per Impianti; GeicoTaikisha

CAD Connect ha collaborato con il Gruppo GeicoTaikisha, azienda leader nella progettazione e realizzazione di impianti automatizzati chiavi in mano per la verniciatura delle scocche automobilistiche in tutto il mondo; in particolare abbiamo collaborato su un progetto per, il gruppo automobilistico Daimler in Brasile.

Il formato DGN è il formato standard utilizzato nel mercato tedesco del settore automotive e, di conseguenza, tutto il progetto si è realizzato con MicroStation. Il committente, Daimler, ha flussi di progettazione molto specializzati sul software Bentley, di conseguenza lo ha proposto a tutti i suoi fornitori come mezzo di interscambio ideale delle informazioni. GeicoTaikisha aveva già inserito in alcune unità interne MicroStation, l’ufficio Advance ad esempio, pertanto l’implementazione globale è stata molto semplice.

Tutto l’ufficio Layout dell’azienda ha adottato MicroStation CONNECT Edition. All’inizio i tecnici avevano in dotazione la versione V8i, quindi si è organizzata una formazione supplementare al momento del passaggio alla versione Connect.

MicroStation come è ben noto nell’ambiente della progettazione, assolve perfettamente due funzioni:
la generazione la gestione di modelli. Se, ad esempio in un progetto come questo preso in esame, si dovesse modellare una nuova cabina di verniciatura o una nuova linea di produzione, MicroStation sarebbe lo strumento migliore per farlo.
È proprio per questo il motivo per cui viene integrato, avendo un ambiente 3D intuitivo come nessun altro software e una gestione di messa in tavola altrettanto potente e versatile.
Un’altra sua caratteristica importantissima è la capacità di gestire molti formati file standard e proprietari, uniformandoli e rendendoli parte del progetto master.
MicroStation permette una grande interoperabilità, rendendo semplice la modellazione e la gestione di progetti complessi, con molti attori in campo.
Può ad esempio capitare che il committente sposti un pilastro dell’edificio dell’impianto affidato a GeicoTaikisha. Simili variazioni sono all’ordine del giorno. Questa casistica ovviamente ha un impatto importante, nel peggiore dei casi totale, su tutto l’impianto, magari quando questo è già in fase avanzata di realizzazione.

L’edificio di un impianto di verniciatura di automobili può essere composto da quattro piani di una altezza che varia dai 4 ai 7 metri ciascuno e può ricoprire una superficie di 20.000 mq. Imprevisti su tali dimensioni rischiano di diventare ingestibili senza i giusti strumenti software.
MicroStation sincronizza automaticamente tutti i disegni e li raggruppa in master federati, consentendo di monitorare le sovrapposizioni volumetriche e di discipline differenti tra loro, piping, meccanica, energia e sicurezza.
Certamente i disegni devono poi essere tutti verificati, ma non devono essere rimodellati. Questo rappresenta un ovvio risparmio di tempi e costi di gestione GeicoTaikisha

MicroStation sincronizza automaticamente tutti i disegni e li raggruppa in master federati

Crediamo che questo sia uno dei motivi di adozione da parte dell’automotive, che sia tedesco, francese, italiano o statunitense.
In questo ambito ingegneristico si usa MicroStation perché molto spesso capita di dover integrare file differenti per formato, dimensioni, tipologie di contenuti. Determinati modelli in 3D con MicroStation possono essere compressi in un archivio DGN molto leggero o comunque molto più contenuto in termini di byte rispetto a qualsiasi altro formato CAD standard in commercio.
Questa nel caso particolare era una richiesta specifica del committente Daimler fatta a GeicoTaikisha, dato che il gestionale della casa madre non doveva essere oberato oltre misura è stato messo un limite di 5 megabyte per singolo file da caricare a sistema.
Rispettare tale limite con MicroStation è molto semplice.

Abbiamo anche realizzato un un podcast che racconta l’esperienza di GeicoTaikisha.  Ascolta l’intervista di Damiano Vezzosi, Bentley Systems, Simone Spinaci e Daniele Podda, CAD Connect.

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email