Integrazione ed elaborazione 3D in MicroStation

In questo articolo parleremo dell’integrazione ed elaborazione 3D in  MicroStation.  Questo argomento molto interessante verrà approfondito anche nel Webinar MicroStation Live Series del 4 novembre Integrazione ed elaborazione 3D in MicroStation”

PDF3D

Un PDF 3D (Portable Document Format) è un file PDF con geometria 3D all’interno. Il file contiene una rappresentazione geometrica 3D del modello, da diversi punti di vista. Utilizzando poi qualsiasi visualizzatore abilitato al PDF 3D, la rotazione, lo zoom e la selezione delle parti sono disponibili all’interno della vista 3D.  Questo formato viene spesso utilizzato per la documentazione, la condivisione e la collaborazione tra soggetti che non condividono o non necessitano di MicroStation come strumento di progettazione.

Il PDF 3D consente di aprire un canale di dialogo tecnicamente completo ed evoluto verso qualsiasi tipo di interlocutore. Se si utilizza Acrobat Reader DC, è possibile ruotare e ingrandire il modello, creare sezioni e nuove viste con note, nuvole e altre annotazioni. 

Una rappresentazione “leggera” sicura, contenuta all’interno di un file PDF, è una soluzione ideale in quanto i dati CAD originali non vengono mai condivisi, al contempo siamo in grado di trasmettere moltissime informazioni

Perché il 3D?

Perché un modello 3D contiene dettagli che potrebbero essere stati nascosti o altrimenti oscurati nei tradizionali piani, prospetti e sezioni 2D, ma il PDF offre molto di più della semplice possibilità di visualizzare un file. Potenti dispositivi mobili e visualizzatori PDF prontamente disponibili hanno reso un po’più pratici i markup sul campo, riducendo drasticamente i disegni su carta. Utilizzando un prodotto come Acrobat Reader DC di Adobe, progettisti e costruttori possono creare “pagine” di markup da un singolo modello master MicroStation che è stato “stampato” in un PDF 3D. Il processo per creare un PDF 3D per le marcature di campo è simile al plottaggio standard.

Mentre la creazione di geometria 3D per i markup è molto utile, ci sono altre funzionalità che MicroStation offre con la sua funzione di stampa PDF:
> con una piccola configurazione aggiuntiva, i “Dati business” allegati alla geometria di un modello MicroStation diventano visualizzabili nel PDF come coppie proprietà/valore
> se in un modello MicroStation è definito un sistema di coordinate geografiche (GCS), sarà possibile creare documenti PDF che sfruttano le strutture geospaziali dello spettatore
> i modelli 3D MicroStation contenenti animazioni possono essere trasferiti in documenti PDF e riprodotti da qualsiasi punto di vista.
> utilizzando l’Organizer di stampa è possibile creare PDF a più pagine con segnalibri gerarchici.

Sebbene esistano numerose soluzioni per la creazione di markup di campo, i PDF 3D sono una valida applicazione entry-level.

Altri vantaggi

1. La funzionalità che crea solidi documenti PDF 3D è integrata in MicroStation
2. non c’è software aggiuntivo da scaricare e nessun costo aggiuntivo.
3. I PDF sono facilmente visualizzabili su varie piattaforme / dispositivi con visualizzatori a costo zero che includono funzionalità di markup.
4. I PDF hanno una sicurezza nativa e sono facili da distribuire.

Estrazione disegni

L’estrazione di disegni da modelli 3D è uno dei punti di forza di MicroStation, nell’ottica di gestione di progetti di grandi dimensioni le sue performance in questa specifica attività sono state migliorate in modo importante proprio per consentire la gestione rapida della messa in tavola dal modelli master e da master disciplinari.

Vi sono sostanzialmente due metodi di estrazione dei disegni:

Dinamico

Elaborazione praticamente istantanea, in pochi secondi si possono ottenere sezioni e viste anche estremamente affollate di dettagli.
Un disegno (drawing nella documentazione Bentley in inglese), è un punto di vista con criteri ben precisi stabiliti dall’utente, sempre sincronizzata al modello 3D originario, implementabile con annotazioni ma non modificabile nella sua essenza in quanto eredita i cambiamenti solo dal modello 3D da cui proviene.
Questa modalità consente di avere i disegni sempre all’ultimo stato dell’arte del progetto.

QUANDO USARLA:
• in tutte quelle fasi della progettazione in cui il modello è estremamente complesso e articolato
• quando la consultazione di disegni e tavole è ad uso di soli utenti MicroStation
• quando la comunicazione di disegni e tavole avviene tramite plottaggi su file PDF o cartacei.

Margini visibili in cache

Questa corrisponde a un vero e proprio calcolo generativo di margini visibili memorizzati in una cache intelligente. La cache consente di mantenere collegato il disegno e le modifiche al modello 3D, oppure consente il congelamento del disegno, diventando quindi una revisione statica. L’uso delle risorse durante una elaborazione Margini visibili in cache è ovviamente più incidente, si noti nell’immagine la percentuale di processore e memoria

Ma nell’ultima versione di MicroStation, il processo di creazione delle cache è stato migliorato per generare una soluzione incrementale in base alle cache precedenti. In questo modo viene ridotto notevolmente il tempo di generazione delle cache mentre la rigenerazione elabora soltanto la differenza fra la geometria di origine e la geometria visualizzata.

QUANDO USARLA:
• nel caso in cui si debba modificare il disegno prodotto con grafica personalizzata
• se la messa in tavola finale deve essere esportata modo fedelmente in file DWG.

La messa in tavola è sempre automatizzabile e indicizzabile per una perfetta gestione della documentazione.

Per farti apprezzare ancora di più le funzioni di MicroStation, abbiamo organizzato i MicroStation Live Series un calendario di incontri live che ti permetteranno di conoscere il nostro esperto e scoprire come MicroStation può essere il software ideale per migliorare la tua produttività ed avere una marcia in più rispetto alla concorrenza. ISCRIVITI SUBITO

Metti alla prova MicroStation! Scarica la PROVA GRATUITA di MicroStation

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email