l progetto BIM 3D della linea ferroviaria Napoli – Bari

Parte della Rete di trasporto transeuropea, la linea ferroviaria Napoli-Bari, con un costo stimato di 6,2 miliardi di euro e commissionata a Italferr da Rete Ferroviaria Italiana, integra l’infrastruttura ferroviaria della regione sudorientale, abbreviando di diverse ore i tempi di viaggio.

La linea ferroviaria ad alta velocità/alta capacità si estende per 150 chilometri, di cui circa 60 chilometri da Apice a Bovino, che percorrono tunnel alternati a tratti a cielo aperto attraverso cinque strutture miste di viadotti in acciaio-cemento armato e includendo una fermata e due stazioni. Italferr ha scelto la metodologia BIM per ottimizzare pianificazione, progettazione e costruzione. Il team di progetto aveva bisogno di una tecnologia interoperabile per gestire il coordinamento dei dati e semplificarne i flussi di lavoro e lo scambio così è stato deciso di adottare ProjectWise per costituire un CDE (ambiente di dati condiviso).

Il team di progetto utilizza così i componenti di modellazione parametrica di OpenBuildings Designer per ottimizzare e automatizzare i processi manuali. Una volta assemblato il modello federato dell’infrastruttura ferroviaria, i modelli parametrici possono essere gestiti dinamicamente. 

La modellazione delle componenti tecniche del progetto consente a Italferr di esplorare scenari alternativi, migliorare la qualità e l’accuratezza del progetto e ridurre i costi. 

Playbook del progetto: ContextCapture, Descartes, gINT, iModel.js, LumenRT, MicroStation, Navigator, OpenBuildings Designer, OpenRail Designer, OpenRoads, ProjectWise, SYNCHRO

https://www.yearininfrastructure-digital.com/yearininfrastructure/Store.action

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email