Progettazione, gestione e manutenzione delle opere pubbliche attraverso le tecniche di acquisizione as-built

Il trasporto stradale e autostradale è essenziale per sostenere la crescita economica e migliorare la qualità della vita in una regione. I movimenti quotidiani di persone e merci sono in costante aumento, così come la dimensione e la complessità dei progetti immaginati e altrettanto imponente è l’entità della manutenzione degli asset legati alle infrastrutture già create. Progettisti, gestori e rispettive catene di approvvigionamento hanno bisogno soluzioni efficaci ed efficienti per progettare, costruire e gestire reti di trasporto stradale.

Il settore e i metodi adottati per la realizzazione dei progetti richiedono standard più stringenti per soddisfare i requisiti di contratto e certamente è necessaria una soluzione omnicomprensiva che consenta di produrre un’ampia gamma di deliverable, in tutta semplicità, a partire da un unico modello, in un’unica applicazione.

Il gemello digitale come unica fonte di dati

Abbiamo già notato come la chiave dei nuovi processi di progettazione si regga sull’impiego di un approccio che pone il modello 3D come unica fonte di dati. L’esempio più evidente e rappresentativo nell’ambito delle nostre infrastrutture è quello adottato da Italferr, che grazie all’utilizzo di un Digital Twin e ad un avanzato approccio BIM è riuscita a consegnare all’Italia in soli tre mesi il Progetto del Nuovo Ponte San Giorgio.

Con il modello 3D come “autorità” di progettazione, è possibile lavorare in modo efficiente e sicuro utilizzando un modello dinamico per progettare tutti gli elementi del progetto in un unico modello composito, assicurando che i dati di progettazione trasmettano l’intento del progetto a tutti gli interlocutori, integrando i dati di tutte le discipline per produrre un’ampia gamma di deliverable accurati.

Le tecniche di acquisizione as-built e reality modelling

Ma come rilevare la realtà esistente ed immaginare nuovi progetti per migliorarla, integrando il nuovo immaginato nello stato “as built”?

Come assicurarci che le infrastrutture create – siano esse strade, ponti, gallerie, ferrovie – siano costantemente e metodicamente mantenute sane e in esercizio in massima sicurezza?    

Tra tutti gli addetti ai lavori è in corso di progressiva affermazione il “reality modelling” cioè il ricorso a quelle tecnologie in grado di fornire in maniera economica e con precisione il contesto digitale corrispondente a quello esistente nel mondo reale, per scopi di progettazione, simulazione e manutenzione.

La modellazione della realtà è il processo di acquisizione delle condizioni di fatto del sito esistente, utilizzando fotografie e nuvole di punti per procedere a creare modelli 3D georeferenziati ad alta fedeltà.

Vuoi conoscere come Italferr ha usato il Digital Twin nel progetto
per il Ponte San Giorgio?

Richiedi la registrazione del Webinar “Digital Twin, iModel e visualizzazione 4D alla base del Progetto del Ponte San Giorgio di Genova”

Per te una
sessione gratuita di 2 ore

Vuoi valutare nel dettaglio il vantaggio operativo e competitivo che le soluzioni Bentley danno alla tua azienda o al tuo studio?
Hai bisogno di essere aggiornato su nuove funzionalità specifiche di prodotto?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email